Seleziona una pagina

Colonia per maschi è il contributo originale di una giovane studiosa a un tema di grande rilevanza, che permette di comprendere meglio sia la complessità del passato recente della nazione sia le difficoltà di fare i conti con il suo retaggio coloniale”.

Così scriveva Luisa Passerini, autrice della Prefazione, a proposito del libro che ho pubblicato nel 2007 e che ora vorrei rendere di nuovo disponibile attraverso questo spazio personale, nella convinzione che sia ancora necessario riflettere sul nostro passato di colonizzatori e mettere in luce le radici storiche di pregiudizi e stereotipi tuttora persistenti nel nostro Paese.

Articoli

Antenati in colonia

Cercando le tracce
del nonno

Quest’estate mi ha appassionato e colpito il vivace racconto di Vittorio Longhi nel suo Il colore del nome.  Storia della mia famiglia. Cent’anni di razzismo coloniale e identità negate. Dopo aver a lungo rimosso le sue origini in parte eritree, Longhi…

Firenze imperiale

Sulle tracce del colonialismo
per le vie di Firenze

Piazza Adua a Firenze, il rione Cirenaica a Bologna, il quartiere africano a Roma, l’Asmarina a Milano, ma anche centinaia di strade in tutta Italia, dedicate a Tripoli, Dogali, Mogadiscio, così come lapidi e monumenti intitolati ai Caduti in Africa o alle Inique Sanzioni.

Stranieritudine

Per una riflessione sulla ricerca
e le categorizzazioni “etniche”

Recentemente ho lavorato nell’ambito di un progetto di formazione al lavoro rivolto a “stranieri”, […] per quanto mi sforzassi, percepivo il rapporto tra me e i partecipanti al progetto come impari, e, in sostanza, non mi sentivo legittimata in questo tipo di relazione.

Richiedi il libro

giulietta.stefani@gmail.com

COPYLEFT
I testi e le fotografie qui pubblicati, se di proprietà di Giulietta Stefani,
sono concessi sotto licenza CC Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0